Viaggiare in nave con il cane

Quante volte hai rinunciato a una destinazione raggiungibile solo via mare, perché pensavi di dover lasciare il tuo cane chiuso nel canile della nave? Spesso, in effetti, le regole per viaggiare con un pet a bordo non sono sempre chiare, anche perché ogni compagnia ha il suo regolamento e barcamenarsi tra tutte le norme può risultare alquanto scoraggiante.

Ecco perché ho deciso di scrivere una sorta di guida con tutto ciò che devi sapere per affrontare una traversata serena insieme al tuo cane.

Miscota_generale

Quali sono le soluzioni offerte dalle navi?

Quando decidi di viaggiare in nave con il tuo cane, hai tre possibili scelte:

  • I kennel nel canile della nave, collocato nel ponte più alto. Una soluzione che non prendo mai in considerazione, né consiglio a chi mi chiede suggerimenti. Infatti sono sempre vuoti: chi chiuderebbe il proprio cane tutta la notte lì dentro da solo, e in una delle zone più rumorose della nave?
  • Fare “passaggio ponte” e dormire insieme al proprio cane dove consentito. Questa è la soluzione più economica e che personalmente prendo in considerazione solo se la tratta è breve o comunque diurna;
  • Prendere la cabina con accesso animali – è la soluzione più costosa ma sicuramente la migliore, soprattutto per le traversate che includono la notte, per permettere sia a te che al tuo cane dei momenti di tranquillità e privacy.

La cabina con accesso animali è sicuramente la soluzione più pet friendly, e negli ultimi anni se ne trovano sempre di più.

Quali compagnie offrono cabine pet friendly?

  • Per le tratte verso: Tunisia, Grecia, Albania, Spagna, Marocco, le compagnie che dispongono di cabine pet friendly sono: GNV (Grandi Navi Veloci) e Grimaldi Lines.

GNV mette a disposizione delle cabine ad uso esclusivo per chi viaggia con i cani, mentre Grimaldi Lines consente l’accesso a qualsiasi cabina, acquistando il servizio Pet in Cabin al costo di €10 a cabina. Entrambe le soluzioni sono acquistabili in fase di prenotazione, scegliendo la sistemazione “cabina accesso animali” con GNV e selezionando il servizio Pet in Cabin con Grimaldi Lines.

  • Per la Croazia, solo la compagnia Snav offre cabine con accesso animali.
  • Per l’Albania, anche la compagnia Adria Ferries mette a disposizione cabine pet friendly.

Open deck o Camping on Board: un’altra soluzione pet friendly

Una delle soluzioni ideali per un viaggio in nave con il tuo cane, è il servizio Open Deck o Camping on Board, ovvero fare la traversata a bordo del proprio camper o roulotte, usufruendo comunque di tutti i servizi offerti dalla nave. L’opzione Open Deck è disponibile su quelle navi che hanno i ponti dei garage aperti, e solo dal 1 aprile al 30 settembre. Purtroppo al momento solo alcune compagnie (Anek Lines, Superfast e Minoan) con tratte da e per la Grecia, offrono il Camping on Board. Per le tratte da e per la Sicilia e la Sardegna, GNV offre il Camping on Board da maggio a settembre ed è prenotabile esclusivamente tramite il loro contact center.

Quali documenti servono per portare il cane all’estero?

Per viaggiare fuori dall’Italia ogni cane deve aver fatto la vaccinazione antirabbica e avere un passaporto che viene rilasciato dalla propria ASL veterinaria di competenza, dopo aver effettuato il vaccino. Alcuni Paesi potrebbero richiedere un certificato di buona salute, rilasciato entro la settimana prima della partenza. Questo è quello che richiedono nei paesi di destinazione nelle tratte sopracitate, altri Paesi potrebbero richiedere anche la titolazione anticorpale, come ad esempio il Regno Unito. Consiglio di informarsi sempre presso la propria ASL veterinaria o sul sito dell’ambasciata del Paese che si vuole raggiungere, in modo da essere aggiornati sulle regole che cambiano di continuo, ed evitare spiacevoli sorprese all’imbarco.

Come affrontare una traversata serena col tuo cane

La sistemazione in cabina, offre di per sé una situazione in cui il tuo cane può avere momenti di tranquillità, lontano dalla folla. Se il viaggio è molto lungo, come quello che abbiamo affrontato noi quando siamo andati in Marocco (52 ore di nave!!), ti saranno utili:

  • Masticativi naturali, per scaricare eventuali tensioni;
  • Giochi olfattivi: tappeti, kit, premietti da nascondere, qualsiasi cosa va bene purché tenga impegnato il cane ad usare il fiuto. È un’attività appagante per tutti i cani e molto stancante; noi la pratichiamo tantissimo anche in camper quando capitano giornate di pioggia.

Consiglio: prima della partenza, prepara uno zaino o una piccola valigia dove mettere tutto l’occorente che ti servirà in cabina (cibo, cucce, ciotole, giochi, snack…), perché dopo aver lasciato l’auto o il camper non sarà più possibile accedere nei garage della nave.

Deiezioni: dove farle fare?

Il ponte più in alto della nave è dedicato ai cani: lì potranno fare i loro bisogni. Ma alle alte velocità il vento è troppo forte; se la tratta prevede uno scalo, consiglio di approfittare del momento in cui la nave rallenta in prossimità del porto.

Spero che questa mini guida ti sia stata d’aiuto! Se hai altre domande, dubbi o curiosità… ti rispondo nei commenti!

Se sei arrivato fin qui, supporta il nostro lavoro acquistando sullo shop online, oppure offrimi un caffè!

Please follow and like us:

Roberta

Wanderluster, dog hiker, archeo lover, Vivere Outdoor addicted.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
Change privacy settings